Aplus logo

Nuovo art. 184-ter sulla cessazione della qualifica di rifiuto indietro

lunedì 17 giugno 2019

Con la Legge di conversione 14 giugno 2019, n. 55, del Decreto-Legge 18 aprile 2019, n. 32 (c.d. "Sblocca cantieri"), pubblicata sulla GU n. 140 del 17/06/2019, è stato sostituito il comma 3 dell'art. 184-ter del D.Lgs. 152/06 sulla cessazione della qualifica di rifiuto (data di entrata in vigore: 18/06/2019).

La nuova norma avrebbe dovuto colmare il vuoto normativo/interpretativo sull'End Of Waste (EoW) generato dalla Sentenza n. 1229 del Consiglio di Stato del 28 febbraio 2018 che, di fatto, impedisce alle Autorità Competenti di autorizzare "caso per caso" le attività di recupero di rifiuti dalle quali si ottengono EoW non contemplati da provvedimenti comunitari o nazionali. Infatti, nella nuova formulazione del comma 3 dell'art. 184-ter, viene ribadito che "Le autorizzazioni di cui agli articoli 208, 209 e 211 e di cui al titolo III-bis della parte seconda del presente decreto per il recupero dei rifiuti sono concesse dalle autorità competenti sulla base dei criteri indicati nell'allegato 1, suballegato 1, al citato decreto 5 febbraio 1998, nell'allegato 1, suballegato 1, al citato regolamento di cui al decreto 12 giugno 2002, n. 161, e nell'allegato 1 al citato regolamento di cui al decreto 17 novembre 2005, n. 269, per i parametri ivi indicati relativi a tipologia, provenienza e caratteristiche dei rifiuti, attività di recupero e caratteristiche di quanto ottenuto da tale attività".

Il testo della L. 55/2019 è scaricabile dal seguente link: https://bit.ly/2FfIcfD.